venerdì, dicembre 08, 2006

DUDEN Barbara; Il corpo della donna come luogo pubblico. Sull'abuso del concetto di vita

Le certezze su cui basiamo le nostre decisioni hanno sempre avuto lo stesso significato nel corso della storia?
Partendo da quest'interessante interrogativo l'autrice decide di scoprire come la rappresentazione che le donne hanno del proprio corpo sia cambiato nella storia e quanto sia stato influenzato dalle scoperte della medicina e della tecnica. Con la precisione tipica di chi fa lo storico di professione l'autrice tenta di scrivere una storia del corpo femminile avvalendosi di tutti gli strumenti dello storico, dell'antropologo e dello scienziato che guarda al mondo con curiosità e disincanto.
Dopo aver analizzato a fondo il mutare del idea che le donne hanno del proprio corpo la Duden passa ad analizzare come sia cambiato il concetto della gravidanza dal tempo in cui era l'annuncio (di una senzazione tutta femminile) del primo movimento del bambino, ad oggi che è qualcosa di annunciato da un test chimico. Similmente è cambiato il signigicato del bambino atteso passato dall'essere un ente nascosto, appartenente al mondo dell'invisibile, ad una presenza in qualche modo estranea alla madre (anzi all'ambiente di crescita) che può dunque scomparire come accade nelle rappresentazione del feto usate dai cosidetti movimenti 'pro-vita'.
Ed è questo il collegamento che porta ad esaminare anche quanto sia cambiato il concetto di vita che ha subito una sacralizzazione simile a quella del feto.
Questo libro pubblicato nel 1991 in Germania e per la prima volta nel 1994 in Italia ci consente di affrontare argomenti non semplici con lo sguardo distaccato che permette di ragionare senza farsi travolgere dalle emozioni.


Il corpo della donna come luogo pubblico. Sull'abuso del concetto di vita
Duden Barbara
136 p., € 10,20
Bollati Boringhieri, 2003 (2')
ISBN: 88-339-0844-5


Voto: 5/5

venerdì, dicembre 01, 2006

SIMONE Raffaele, La terza fase

In quest'ottimo saggio l'autore riflette e ci fa riflettere sui cambiamenti culturali e cognitivi indotti dalle nuove tecnologie.
Simone analizza sia le modalità sensoriali dei vari modi di trasmettere informazioni, sia quanto questo influenzi il messaggio che si può trasmettere.
Per compiere quest'analisi l'autore trova importante introdurre il concetto di "visione testuale", e differenziare questo tipo di visione che consente di acquisire dati dalla scrittura da altri tipi di capacità visiva sopratutto osservando che non è una facoltà innata ma bensì un'abilità che si acquista con fatica, ma che favorisce l'utilizzo e lo sviluppo di quella che l'autore chiama "intelligenza sequenziale" contrapposta alla cosidetta "intelligenza simultanea".
Viene dunque confrontata la scrittura con il video individuandone le differenze salienti sia per quanto riguarda le possibilità di fruizione che per quanto attiene il tipo d'influenza che esercitano sul tipo d'informazioni comunicabili. Ci s'interroga quindi su quali siano i modi di conservare e tramandare la conoscenza.
Si arriva infine alla contrapposizione tra cultura analitica-proposizionale e cultura fusionale-nonproposizionale, con un'approfondita analisi sulla natura del testo (dalla sua natura aperta nelle culture orali, alla natura chiusa degli ultimi due secoli fino ad un probabile ritorno alla natura aperta del testo per la stessa natura del mezzo di produzione del testo attualmente più usato ovvero il computer).
Simone non ha la pretesa di affermare con sicurezza se i nuovi stili cognitivi siano un bene o un male, ma sicuramente solleva dei forti dubbi sulla capacità di alcuni stili cognitivi nel continuare a comprendere, tramandare e conservare i nostri saperi più complessi.
Un lettura indispensabile per chi si occupa di conoscenza, di linguaggi (nuovi ed antichi, ma anche generazionali), della diffusione della lettura e voglia avere nuove prospettive sui vari modi di fare "testo" (ovvero di raccontare una storia).
Ma sopratutto una lettura indispensabile per chi si occupa di scuola e formazione e si trova davanti stili cognitivi spesso incomprensibili, dalla riflessione possono nascere nuove strategie comunicative e nuovi filoni di ricerca.
Per tutti questo libro rappresenta un momento di necessaria riflessione su quanto le tecnologie (e anche la scrittura e la stessa voce lo sono) influenzano il tipo di conoscenze che si possono tramandare e la faciltà con cui si possono conservare.

La terza fase. Forme di sapere che stiamo perdendo
Simone Raffaele
XVI-152 p., brossura, € 7,50
Laterza, 2006 (3ed.)
ISBN: 88-420-6566-8

Voto: 5/5


NOTA: personalmente trovo che il rischio più grande sia quello di perdere la capacità di capire il senso della conoscenza tramandata, non basta sapere fatti isolati per fare conoscenza, bisogna anche saperli analizzare e legare tra loro, a questo proposito segnalo anche "La rivoluzione dimenticata"

giovedì, ottobre 26, 2006

LECALDANO Eugenio, Un'etica senza Dio

Il riemergere di tesi clericali nel discorso politico e pubblico ha stimolato la pubblicazioni di diversi saggi e libri che difendano quelle che sembrano diventate tesi minoritarie nonostante siano a fondamento delle democrazie moderne e rappresentino spesso il punto più alto dell'elaborazione filosofica.

Lecaldano, ordinario di Filosofia Morale della Sapienza di Roma, in modo pacato e senza alzare la voce scrive un saggio di rara forza argomentativa che offre al lettore un punto di vista chiaro e netto su quel che pensano i non credenti di chi afferma la propria superiorità morale in virtù della propria fede. Ma Lecaldano fa molto di più e argomenta in modo impeccabile come un etica fondata su di un essere sovrannaturale sia una non etica e anzi allontani l'uomo da una vera pratica etica (altro che marcia in più!).

Il libro dapprima decostruisce la validità di un'etica fondata sulla parola di questa o quella divinità e poi fornisce le basi di un'etica 'naturale' che aiuti a fare le proprie scelte con coscienza, un'etica che aiuti a sviluppare il proprio sentire etico e non lo atrofizzi nella cieca obbidienza.
Il saggio è poi impreziosito da una seconda parte di citazioni degli autori più significativi che hanno elaborato sull'argomento e sono stati fondamentali alla scrittura del libro di Lecaldano (tra i tanti ci piace ricordare Feuerbach, d'Holbach, Mill, Hume, ma ci sono anche Hobbes, Kant, Spinoza, Freud, Bayle, de Mandeville, Mann, Rousseau, Parfit).
Imperdibile poi la bibliografia ragionata che consente di approfondire ogni tema trattato nel libro in modo consapevole e completo.

Un libro ben scritto che aiuta a ragionare su argomenti che spesso vengono trattati con faciloneria da chi non ha argomenti per sostenere le proprie tesi. Consigliato anche agli amici credenti per cercare di capire cosa pensa chi cerca di vivere libero dal mito e dalla superstizione.

Un' etica senza Dio
Lecaldano Eugenio
XIII-108 p., brossura, € 12,00
Laterza, 2006 (2ed
I Robinson. Letture
ISBN: 88-420-8000-4

Voto: 5/5


domenica, ottobre 15, 2006

HOUELLEBECQ Michel, Le particelle elementari

In questo libro intenso per stile e la crudezza delle situazioni e del linguaggio Houellebecq riesce a mostrarci un mondo di disperante nichilismo che può nascere da una visione scientista e riduzionista.
La soluzione proposta dall'autore è l'ennesimo paradiso situato nel futuro grazie all'opera dell'ingegno umano, (sostituendo ad impossibili paradisi ultramondani un paradiso sito in un altro tempo) non fa che sottolineare la disperazione della condizione umana che può collocare la sua salvezza solo altrove e non qui e non ora.
Quello che mi fa consigliare la lettura del libro è lo stile dell'autore e la tragica umanità dei suoi personaggi.

Le particelle elementari
Houellebecq Michel
316 p., € 8,50
Bompiani, 2000
I grandi tascabili
ISBN: 88-452-4457-1

Voto: 4/5

giovedì, settembre 21, 2006

ONFRAY Michel, Teoria del corpo amoroso. Per un'erotica solare

In questo trattato Onfray espone le sue ragioni per abbracciare uno stile di vita edonistico e solare, uno stile di vita che si opponga a tutta la cultura mortifera del peccato e della colpa per ritrovare il senso dei rapporti umani nell'altro. Dunque una libertà innanzitutto mentale che ci liberi da illusioni dualistiche (corpo/spirito, mondo terreno/mondo celeste) grazie ad una presa di coscienza della materialità di ogni cosa e della dignità del qui ed ora. Il percorso filosofico presentato dall'autore paga un doveroso ed amorevole pegno ai grandi filosofi, e poeti, materialisti dell'antichità troviamo infatti celebrati tra gli altri Democrito, Epicuro, Lucrezio, Ovidio, Orazio. Il nucleo del pensiero enunciato è di scindere e considerare separatamente matrimonio, procreazione, sessualità, convivenza, monogamia, amicizia, sentimento per giungere a praticare l'eumetria, nè troppo vicini nè troppo lontani con impegni leggeri che si possono rispettare senza ferire l'altro e senza privarsi della propria libertà. Eleggendo a proprio animale simbolico l'Istrice per la sua capacità di difendersi senza attaccare, per il suo legame alla terra e ai piaceri materiali, per la sua capacità di tenersi alla giusta distanza dai suoi simili Onfray ci accompagna fino alla fine del libro.

Il libro non è purtroppo privo di difetti, a differenza del piu' recente Trattato di Ateologia lo stile brillante dell'autore diventa a tratti inutilmente barocco, sopratutto la seconda parte del libro risulta inutilmente ridondante, molto superiori la parte prima e la coda per concisione dell'esposizione e per stile. Ricchissima come sempre la bibliografia esplicita e quella implicita (il libro è un continuo stimolo alla lettura o alla rilettura di grandi classici antichi).

Teoria del corpo amoroso. Per un'erotica solare
Onfray Michel
209 p., brossura, € 14,00
Fazi, 2006
Le terre
ISBN: 88-8112-745-8

Voto: 3/5 (4/5 per la qualità dei contenuti e la ricchezza dei riferimenti, 2/5 per lo stile ripetitivo della parte seconda)

domenica, settembre 17, 2006

SARTRE Jean-Paul, L'esistenzialismo è un umanismo

Un'ottima e concisa introduzione al pensiero esistenzialista di Sartre esposta con le sue stesse parole. In questo breve ma denso libro troviamo infatti la trascrizione curata da Sartre di una sua conferenza.
In essa Sartre si preoccupa di presentare il suo pensiero in modo semplice e comprensibile e tiene in particolar modo a difendere l'impegno e la responsabilità necessarie ad uno stile di vita esistenzialista che pone nella tradizione umanista.
A completare il libro alcune critiche alla conferenza con le controdeduzioni di Sartre, che rendono il piccolo saggio ancora più vivo e comprensibile.

L'esistenzialismo è un umanismo
Sartre Jean-Paul
128 p., € 8,30
Mursia (Gruppo Editoriale), 1990, 6 ed.
Grande Universale Mursia
ISBN: 88-42-50108-5

Voto: 4/5

domenica, settembre 10, 2006

ODIFREDDI Piergiorgio, La scienza espresso



In questa divertente ed utile raccolta di recensioni, il bravo Odifreddi costruisce una valida guida alla costruzione di una biblioteca scientifica minima.

Nel libro vengono recensiti oltre 100 volumi (anche se ci sono solo 100 recensioni) nello stile ironico e puntuale dell'autore che non risparmia lodi o stroncature ai libri che eamina.

La scienza espresso. Note brevi, semibrevi e minime per una biblioteca scientifica universale
Odifreddi Piergiorgio
113 p., brossura, € 9,80
Einaudi, 2006
Einaudi tascabili. Pop
ISBN 88-06-18258-7

Voto: 3/5

lunedì, agosto 21, 2006

FERRARIS Maurizio, Goodbye Kant! Cosa resta oggi della Critica della ragion pura

In un piccolo e delizioso saggio l'autore dapprima inquadra storicamente e filosoficamente il pensiero di Kant ne individua gli architravi e provvede a decostruirli.
Libro indispensabile per chi già conosce Kant come per chi voglia avvicinarsi al maestro per la prima volta.
L'autore sottolinea comunque l'importanza del pensiero di Kant per la sua influenza su tutta la filosofia successiva. Filosofia che sulla traccia dei ragionamenti di questo libro riesce più comprensibile ed avvicinabile.
Precisi i riferimenti bibliografici che consentiranno un agevole approfondimento dei temi trattati.

Goodbye Kant! Cosa resta oggi della Critica della ragion pura
Ferraris Maurizio
153 p., brossura, € 6,50
Bompiani, 2004
Tascabili. Saggi
ISBN: 88-452-3280-8

Voto: 5/5

HADDON Mark, Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte

Libro gradevole ed istruttivo, la trovata di scrivere il libro dal punto di vista di un bambino affetto dalla sindrome di Asperger (una forma particolare di autismo) si rivela vincente.
Il lettore si ritrova infatti a guardare il mondo con gli occhi e, sopratutto, con la mente del bambino arrivando lentamente ad interiorizzare il dramma che rappresenta per i genitori avere un bambino affetto da Asperger e le difficoltà di vivere con questa sindrome.
Il libro permette di avere una prospettiva sul mondo completamente diversa, e chiedersi se tutto sommato il normale non sia proprio Christopher.
Un libro da leggere con un sorriso triste.

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
Haddon Mark
247 p., rilegato, € 5,00
Mondadori, 2006
I miti
ISBN: 88-04-54731-6

Voto: 4/5

mercoledì, agosto 02, 2006

OKASHA Samir, Il primo libro di filosofia della scienza

Un libro per cominciare a conoscere le domande che i filosofi si fanno sulla scienza e le possibili risposte possibili. Domande che tutti dovrebbero conoscere, tanto gli studiosi delle scienze naturali (fisica, chimica, biologia ecc.) che quelli delle scienze sociali (antropologia, economia, sociologia ecc.) ma anche tutti quelli che vivono nella società moderna.

Dopo una breve storia della scienza l'autore con uno stile concreto ed accattivante ci presenta le domande generiche sulla scienza ed alcune possibili risposte date negli anni da varie correnti di pensiero. Il libro risulta atricolato in 7 agili capitoli (1. Che cos'è la scienza? 2. Il ragionamento scientifico. 3. La spiegazione nella scienza. 4. Realismo e anti-realismo. 5. Cambiamento e rivoluzione nella scienza. 6. Problemi filosofici in fisica, biologia e psicologia. 7. La scienza e i suoi critici.) che riescono ad affrire una panoramica completa anche se generica.

Come altri libri di questa collana il libro lascia la possibilità di formarsi una propria idea, stimolando così una lettura critica ed attenta. Con le 'Indicazioni Bibliografiche' che chiudono il libro ognuno potrà costruirsi un proprio percorso di approfondimento degli argomenti presentati nei vari capitoli, indicazioni complete di testi inglesi ed italiani.

Un libro da non perdere perchè molte delle risposte alle domande e alle problematiche presentate spesso si danno per assodate in un senso o nell'altro.

Il primo libro di filosofia della scienza
Okasha Samir
VIII-153 p., ill., brossura, € 14,00
Einaudi, 2006
Piccola biblioteca Einaudi. Nuova serie
ISBN 88-06-18106-8

Voto: 4/5

venerdì, luglio 28, 2006

VIANO Carlo Augusto, Le imposture degli antichi e i miracoli dei moderni

In questo saggio denso di sapienza, l'autore ci illustra la storia e lo sviluppo filosofico delle obiezioni (e delle giustificazioni) ai miracoli.

Il libro comincia con una breve introduzione in cui l'autore, non senza un pò di malinconia, ricorda il breve periodo del neoilluminismo italiano e c'illustra lo scopo principale del libro, ovvero riportare in uso la parola impostura.

Nel primo capitolo si parte dalle obiezioni degli antichi ai prodigi di maghi ed indovini basate sull'ordine del mondo di platonici e aristotelici e l'uso di miti e favole per educare e si prosegue nei secoli con il recupero della possibilita' dei miracoli a dispetto dell'ordine del mondo. Si prosegue poi con i dubbi degli autori cristiani che fin dai primi secoli avvertivano la necessità di distinguere tra miracoli (opera divina) e prodigi (opera di demoni e altre creature infernali). Si scoprono quindi le tante obiezioni nate nel mondo protestante ed i complessi legami che la scienza delle probabilità deve alla discussione sui miracoli. Il viaggio prosegue fino ai giorni nostri dove i pragmatisti, tra gli altri, sostengono che non è esperienza solo ciò conosciamo ma tutto ciò che partecipiamo, dunque l'esperienza religiosa, l'esperienza artistica, l'esperienza sociale hanno lo stesso valore dell'esperienza come intesa da illuministi e positivisti.
Il libro termina con l'idea dell'autore che comunque i miracoli dovrebbero essere riconosciuti come imposture pubbliche in quanto esperienze private limitate al sentire del singolo, dunque non possono essere le basi per le leggi degli stati in quanto non è possibile far valere le esperienze private di ognuno ma le sole esperienze pubbliche. La proposta è meno banale di quel che sembra perché recupera e valorizza l'idea di esperienza pubblica e dunque valida per tutti, quest'idea di esperienza fortemente ancorata nella realtà dei fatti nasce dalla pratica medica empirica (nata intorno al IV secolo e in parte legata allo scetticismo) che venne poi recuperata dalla medicina moderna (dalla metà del settecento), è una pratica che basa l'esperienza sull'osservato e su quel che funziona per tutti abituata dunque a scartare ciò che non è basato nel riscontrato; sottilmente l'autore c'invita a stringere le maglie di ciò che è esperienza che possa valere per tutti, e dunque recupera l'idea illuministica d'esperienza.

Il libro risulta sommamente interessante nel presentare lo sviluppo storico e filosofico del plurisecolare dialogo fiorito attorno a miracoli e prodigi. L'accuratezza storica, la completezza delle fonti e l'attenzione alla chiarezza permettono al lettore di cogliere pienamente quanto il dialogo sui miracoli abbia influenzato, ed influenzi, la nostra comprensione del mondo e della società.

Le imposture degli antichi e i miracoli dei moderni
Viano Carlo Augusto 157 p., brossura, € 16.00
Einaudi, 2005
Biblioteca Einaudi
ISBN 88-06-16098-2

Voto: 4/5

mercoledì, luglio 26, 2006

BOGHOSSIAN Paul A., Paura di conoscere


Boghossian, molto noto negli Stati Uniti, dottore di ricerca in filosofia dopo una laurea in fisica è stato per 10 anni il direttore del dipartimento di filosofia della New York University riuscendo a portarlo dalla quasi chiusura ad essere uno dei dipartimenti di filosofia analitica più importanti del mondo.

In questo ottimo libro, uscito pressocche in contemporanea con gli stati uniti grazie alla superba opera della curatrice e traduttrice Annalisa Coliva (sua anche la bella premessa all'edizione italiana), vengono presentate le tesi relativiste e costruttiviste (sia nelle versioni forti che deboli) nelle loro versioni più difendibile, secondo l'autore, e quindi sistematicamente smontate con le obiezioni proprie dell'autore, per completezza vengono anche riportate le obiezioni tradizionali di circolarità ma l'autore non le ritiene sufficienti a rigettare le tesi che avversa. Gli argomenti usati sono rigorosi e comprensibili anche per i non tecnici della filosofia analitica.

La tesi centrale dell'autore è che non ci sono ragioni forti per ritenere che i fatti non siano indipendenti dalle nostre opinioni. Il libro richiede un certo impegno nei passaggi più ardui ma nel complesso è comprensibile ed utile. Consigliato.

Paura di conoscere. Contro il relativismo e il costruttivismo
Boghossian Paul A. (a cura Coliva Annalisa)
168 p., brossura, € 18,00
Carocci, 2006
Saggi
ISBN 88-430-3860-5

Voto: 5/5

venerdì, luglio 21, 2006

OLIVERIO Alberto, Prima lezione di neuroscienze

Una guida essenziale per cominciare a muoversi nell'affascinante mondo delle neuroscienze. Nel libro l'autore con la sua prosa chiara e rigorosa (ma mai noiosa) c'illustra gli enormi progressi di questa scienza e quanto essi siano importanti per capire come funzioniamo.

In 4 capitoli ci vengono illustrate la storia delle neuroscienze, gli apporti della genetica alla nostra comprensione del cervello, come le neuroscienze cercano di spiegare le funzioni della mente e infine come cercano le radici della coscienza.

Lettura affascinante e utilissima per scoprire una delle scienze di frontiera che ci sta regalando tesori di conoscenza insperati. Il libro è completato da bibliografia molto completa e da una piccola ma utile sezione di collegamenti a pagine web, entrambi strumenti essenziali per il lettore che desideri approfondire gli argomenti presentati nel libro.

Prima lezione di neuroscienze
Oliverio Alberto
156 p.€ 10,00
Laterza, Bari 2004 (2'ed.)
Universale Laterza
ISBN 88-420-6764-4

Voto: 4/5

JERVIS Giovanni - Prime lezioni di psicologia

In questa piccola ma completa introduzione alla psicologia Jervis ci illustra le conoscenze minime della psicologia mostrandoci anche quali sono le trappole della psicologia ingenua (ovvero quella psicologia che tutti noi crediamo di conoscere) , gettando così le basi per affrontare in modo più consapevole lo studio della psicologia (in questo risulteranno preziose le note in appendice, che costituiscono un'ottima bibliografia ragionata).

Lo stile asciutto e chiaro riesce a tenere viva l'attenzione del lettore anche quando i temi presentati non sono immediati. Il libro va inteso come punto di partenza per eventuali approfondimenti e non come punto d'arrivo, nonostante questo riesce a diradare i primi dubbi e a far luce sulle piccole curiosità del lettore.

Prime lezioni di psicologia
Jervis Giovanni
146 p., brossura, € 8,50
Laterza, Bari 2004 (3' ed. riveduta e aggiornata)
Universale Laterza
ISBN 88-420-5858-0

Voto: 4/5

MURAKAMI Haruki - A sud del confine, a ovest del sole

Un romanzo delicato, narrato con il mestiere indiscusso dell'autore. Narra di amori impossibili e sbagliati. Narra della vita emotiva e sentimentale del protagonista e di come crescendo si cambiano le proprie opinioni sulle cose e sulle persone.

Consigliato a chi vuol farsi trasportare dal sapore agrodolce delle scelte sbagliate e delle passioni troppo forti e coinvolgenti. Il titolo, semplicemente perfetto, è una doppia citazione il cui significato si svelerà lentamente ai lettori ("SOUTH OF THE BORDER, WEST OF THE SUN" è il titolo originale di questo romanzo giapponese).

A sud del confine, a ovest del sole
Murakami Haruki
210 p., € 7,00
Feltrinelli, Milano 2004 (4 ed.)
Universale economica
ISBN 88-07-81708-X

Voto: 3/5

LEWIS Clive S., Le cronache di Narnia

Spacciato come il nuovo grande ciclo fantasy, comparabile con il Signore degli Anelli, questa raccolta di favole (nelle intenzioni dell'autore) si rivela una grande delusione.

Purtroppo l'intento educativo dell'autore traspare ad ogni rigo per cui i protagonisti sono semplici marionette da premiare se fanno quello che gli viene indicato dalle figure d'autorità e da punire se non lo fanno, l'unica libertà dei personaggi è quella di capire se la figura d'autorità di turno sia buona o cattiva.

Il libro in oggetto contiene diversi romanzi, sono riuscito a leggere interamente solo i primi due, gli altri sono riuscito solo a scorrerli rapidamente sperando di ravvisare un qualche miglioramento, speranza purtroppo delusa. Nel complesso 20 euro buttati. Da evitare!

Le cronache di Narnia
Lewis Clive S.
1152 p., brossura, € 20,00
Mondadori, Milano 2005
ISBN 88-0454-895-9

Voto: 1/5

martedì, luglio 18, 2006

BONCINELLI Edoardo, Le forme della vita. L'evoluzione e l'origine dell'uomo


L'argomento di grande importanza viene affrontato in modo completo e chiaro. L'autore riesce a dare un quadro completo dell'attuale panorama della teoria dell'evoluzione e dei suoi concetti chiave.

Come tutte le teorie scientifiche la teoria dell'evoluzione offre un modello in grado d'inquadrare e spiegare una molteplicità di fenomeni, di fare predizioni su quello che ci si aspetta di trovare in varii tipi di ricerca (biologica, paleontologica, genetica) . Il libro è una lettura necessaria per chiunque voglia incominciare a capire quale sia il modello offerto dalla teoria dell'evoluzione quali i punti oramai chiariti fuori di ogni ragionevole dubbio, quali i punti non ancora perfettamente chiariti ma che si stanno affrontando.

Il valore del libro e nel dissipare una serie di preconcetti che si possono avere verso la teoria dell'evoluzione a causa di una comprensione ingenua e mitizzata della stessa. La teoria non è semplice e spesso controintuitiva per le scale temporali coinvolte e gli effetti a volte sottili a volte drammatici di piccole mutazioni genetiche.

Un libro consigliato a tutti.

Le forme della vita. L'evoluzione e l'origine dell'uomo
BONCINELLI Edoardo
XIV-191 p., brossura, Anno 2006, € 11,50
Einaudi
Einaudi tascabili. Saggi
ISBN 88-06-18290-0

Voto: 4/5

venerdì, luglio 14, 2006

HORNBY Nick, High Fidelity

In un delizioso libro di crescita e presa di responsabilità, Hornby ci presenta in modo indimenticabile l'universo che ruota attorno al propietario di un negozio di dischi. Un mondo fatto sopratutto di dischi, donne, amici e dischi. In una giostra di emozioni per chi ha amato la musica pop degli 70-80, tra continue classifiche in perfetto stile rivista musicale (i 5 pezzi migliori per un primo appuntamento, le 5 donne della mia vita, i 5 pezzi migliori per una serata tra amici, i 5 pezzi migliori per superare un addio.....) che sottolineano quanto la logica della rivista specializzata sia entrata nei protagonisti del libro il libro ricostruisce la Storia d'Amore del nostro eroe, tra continue sorprese e colpi di scena.

Ho letto il libro in inglese e l'ho adorato, mi dicono che anche la versione italiana non è male, per cui vi consiglio di leggerlo sopratutto se siete appassionati di musica.

High Fidelity
HORNBY Nick
256 pages, Paperback, 7,99 Sterline Inglesi
Penguin Books Ltd (5 Oct 2000)
Language English
ISBN: 01-40-29346-9

Voto: 3/5 (2/5 se non audiofili, 4/5 se audiofili)

lunedì, luglio 10, 2006

MARCUS Gary, La nascita della mente

In questo libro l'autore riassume in linguaggio accessibile le ultime conquiste della genetica e della neurobiologia con particolare attenzione a come un piccolo numero di geni possa portare ad una struttura cosi' complessa come il cervello.

Il libro riesce a chiarire alcuni concetti, anche complessi, sul funzionamento dei geni quali ad esempio l'importanza dei geni regolatori (che sono responsabili dell'attivazione di centinaia e a volte migliaia di altri geni), e dei possibili meccanismi di mutazione che hanno portato alla creazione di aree molto specializzate del cervello (come le aree di Wernicke e Broca fondamentali per il linguaggio).

Insieme al linguaggio, che in qualche modo risulta paradigmatico per la questione innato/appreso, il libro pone molta attenzione alla questione di cosa sia innato e di cosa sia appreso e sopratutto sgombra il campo da molti preconcetti e nozioni oramai superate. In particolare si è capito che l'innato è più una predisposizione ad imparare (alcune cose meglio di altre e in modo piu' strutturato) e che il resto viene successivamente e in modo diverso in diverse fasi della vita di un individuo (sopratutto i primi anni di vita, ma sorprendentemente si scopre che lo sviluppo del cervello continua fino a circa 22-24 anni e che i neuroni continuano a formare nuovi collegamenti e a riorganizzarsi continuamente). Particolarmente riuscita l'immagine del "precablaggio" con cui l'autore illustra il concetto dell'innato.

Tra citazioni e note bibliografiche (di fondamentale interesse per chi voglia approfondire il discorso e la ricerca su questo o quell'argomento) ed un linguaggio attento al lettore non specialista (che potrebbe facilmente trovarsi smarrito se alla difficoltà di alcuni concetti si aggiungesse un linguaggio troppo tecnico e specialistico) il libro si fa leggere con piacere ed interesse.

In conclusione un testo importante per capire dove ci sta portando la ricerca scientifica nella comprensione del linguaggio, dei meccanismi dell'apprendimento, e sopratutto della relazione tra codice genetico e complessità di ogni individuo.

La nascita della mente. Come un piccolo numero di geni crea la complessità del pensiero umano
MARCUS Gary
IX-275 p., ill., brossura, € 25,00
Codice Edizioni, Torino 2004

Voto: 4/5

sabato, luglio 08, 2006

autori vari, La mia scuola. Chi insegna si racconta

I curatori del libro (Domenico Chiesa e Cristina Trucco Zagrebelsky) riescono nel difficile compito di armonizzare la grande massa di risposte ricevute da moltissimi insegnanti delle scuole d'Italia. Le domande poste sono solo un modo per lasciare la parola agli insegnanti, liberi così di raccontare la scuola italiana e raccontarsi. Il libro riesce a dare una chiara impressione di quale sia la situazione della scuola italiana e degli umori di chi la vive giorno per giorno.

Un libro da leggere se si vuole guardare alla scuola attraverso gli occhi di chi ci lavora (o ci ha lavorato) con entusiasmo e passione. Si avrà un assaggio di tutti i sentimenti dei professori delle loro speranze e delle loro delusioni.

La mia scuola. Chi insegna si racconta
a cura di CHIESA Domenico, TRUCCO ZAGREBELSKY Cristina
XII-177 p., brossura, € 14,50
Einaudi, 2005
Gli struzzi
ISBN 88-06-17847-4

Voto: 4/5

ORGA Maria Cristina, (Storia di) Bimba (Quasi una favola)

Nel suo romanzo di esordio Maria Cristina Orga pone la sua poesia al servizio di una narrazione intima e profonda, fatta di toni delicati e allo stesso tempo feroci nella chiarezza evocativa.

Bimba ci prende per mano e ci racconta quello che vedono i suoi occhi nello specchio. Ma gli occhi “d’acqua chiara” di Bimba, i suoi “occhi belli”, vengono riflessi in mille frammenti. Già perché lo specchio attraverso cui Bimba si guarda e si racconta è uno specchio che non ha retto alla vita, uno specchio che è andato in frantumi, in mille schegge. Ma ogni frammento raccontato da Bimba torna al suo posto e rimanda le immagini degli altri frammenti già raccontati da raccontare mai raccontati. Alla fine lo specchio si ricomporrà ma forse non tutti i pezzi saranno al loro posto…. Alcune schegge troppo dolorose, troppo intime si lasceranno solo intuire dal piccolo vuoto nello specchio, da “L’ombra nell’azzurro” che ha trovato, purtroppo, il modo di raggiungere anche l’azzurro di Bimba. Oltre gli amori delusi, le attenzioni indesiderate, la madre assente i desideri mai compiuti, l’estraneità del vivere di tutti i giorni…. Oltre tutto questo possiamo scorgere l’autrice. Che si è narrata in profondità, emozionandoci con la forza delle sue emozioni semplicemente accennate eppure così presenti in ogni parola, in ogni spazio vuoto, in ogni riga lasciata volutamente vuota a darci il tempo di perderci insieme all’autrice dietro un pensiero, dietro un’immagine che altrimenti svanirebbe troppo presto trascinata via da altre parole da altre emozioni.

Brillante la tecnica narrativa che rimanda continuamente al già narrato in un gioco continuo con il lettore, un gioco a carte scoperte ma non da questo sminuito. Brillante la scelta grafica… le parole diventano vive, corrono, rallentano, scompaiono per riapparire dopo qualche rigo vuoto a rappresentare i silenzi che accompagnano la riflessione, la concitazione di un pensiero improvviso, la disperazione di un ricordo indesiderato.

In definitiva un bel libro che apre al lettore il mondo dei sogni e dei rimpianti. Un libro coraggioso per il percorso interiore che mostra e il modo in cui lo fa. Un libro da leggere e far leggere. Un romanzo per cui ringraziamo l’autrice.

Maria Cristina Orga
(Storia di) Bimba (Quasi una favola)
216 pagine, Euro 10,00
Graus&Boniello Editore 2005
ISBN 88-8346-040-5

Voto: 4/5

ORGA Maria Cristina; Pensieri, parole ed omissioni

L’autrice abituata a scavare nelle profondità dell’anima riflettendo impietosamente sul corpo e i comportamenti riesce a narrare pienamente le ansie del vivere quotidiano, a metà tra l’autobiografia e il volo immaginifico la tecnica è in parte disvelata dalle parole dell’autrice “Io racconto storie./Rubo a casaccio/stracci di memorie/e poi le allaccio/in nodi stretti stretti…” che pone questa poesia all’inizio come primo passo nel suo mondo fatto di parole ed emozioni.
Ogni poesia ci trascina in un diverso stato d’animo, una diversa emozione.
Una poesia corporale nella sua narrazione porta il lettore attraverso interiorità insospettate.

Il libro risulta impreziosito dalle matite di Roberto Pancini che si fondono perfettamente con le atmosfere evocate dalla Orga.

Maria Cristina Orga
Pensieri, parole ed omissioni
86 pagine, Lire 15000
Laruffa Editore 2001
Collana “Mimose”
ISBN 88-7221-163-8

Voto: 4/5

venerdì, luglio 07, 2006

GAARDER-NOTAKER-HELLERN, Il libro delle religioni

In un libro di agile lettura il noto divulgatore di filosofia Jostein Gaarder (molto conosciuto per il libro “Il mondo di Sofia”) con l’aiuto di Notaker ed Hellern presenta con distacco ed obiettività le principali religioni senza dimenticare visioni del mondo non religiose e nuove religiosità. Nell’introduzione l’autore fornisce le ragioni e gli strumenti per studiare (ed analizzare) una religione partendo dalle varie definizioni di religione e gli elementi che si ripresentano (seppure diversi) in ogni visione del mondo, strumenti che si rivelano utili per una lettura proficua del libro anche da parte di chi non abbia alcuna preparazione filosofica. Le religioni (e visioni non religiose) vengono dunque presentate per regione geografica partendo dalle più lontane e soffermandosi maggiormente su quelle di maggior diffusione in Europa e dintorni. Eccole in ordine di apparizione: Induismo, Buddismo; Confucianesimo, Taoismo, Shinto; Ebraismo, Islam, Cristianesimo (La Chiesa Cattolica romana, la Chiesa ortodossa, la chiesa luterana, Metodismo, Chiesa Battista, Chiesa evangelica pentecostale, L’Esercito della Salvezza, Avventisti, Quaccheri, Il Movimento Ecumenico, Comunità particolari); Umanesimo, Materialismo, Marxismo; Nuove correnti religiose, Correnti dell’occulto (Astrologia, Spiritismo, Ufologia), Movimenti Alternativi Chiude il libro un breve capitolo sull’Etica, la differenza tra Etica e Morale, come decidere se qualcosa è giusto o sbagliato e via dicendo. Tutto il capitolo è un invito a riflettere sulle varie problematiche e scegliere quali valori ritenere validi e quali comportamenti adottare Un libro da leggere per avere una minima infarinatura sul concetto di religione e sulle risposte che le varie religioni e visioni non religiose danno ai vari problemi. Un libro utile per capire anche punti di vista diversi dai nostri Nota sull’edizione: la mia copia è quella edita da Corbaccio e pubblicata nel 2001 a quanto ne so non dovrebbero esserci differenze sostanziali se non nel prezzo (Euro 4,83 per l’edizione del 2001) e nella reperibilità. Jostein Gaarder grazie al successo de “Il mondo di Sofia” è diventato uno scrittore a tempo pieno, i suoi libri sono testi di filosofia, teologia e naturalmente “romanzi filosofici” come “Il mondo di Sofia”

Gaarder-Notaker-Hellern
Il libro delle religioni
295 pp., brossura, Anno 2005, € 7,80
EDITORE TEA
COLLANA “Saggistica TEA”
ISBN 88-502-0734-4

Voto 4/5

domenica, luglio 02, 2006

JERVIS Giovanni, Contro il Relativismo

Questo breve saggio affronta il relativismo e le sue mitologie. Tali mitologie vengono spazzate via con acutezza e documentazione tramite la rivalutazione delle conquiste del pensiero moderno, quali: l’empirismo, il valore della conoscenza e dell’oggettività, i diritti civili e individuali, le ragioni sociali e l’importanza di valutare un corso di azione in funzione di risultati verificabili e non dei buoni propositi. Nel libro vengono affrontati molti temi di grande attualità, tra cui: la mancanza di cultura scientifica, la demagogia, i fondamentalismi religiosi, l’assalto al pensiero laico e moderno.
Il libro si distingue per lo spessore (sostenuto dall’ottima bibliografia che in più punti stimola il lettore ad approfondire questo o quel argomento) e la chiarezza con cui vengono presentati anche gli argomenti più complessi. Giovanni Jervis è ordinario di Psicologia dinamica presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Un libro da non perdere.

Contro il relativismo
JERVIS Giovanni
165 p., brossura, Anno 2005, € 10,00
EDITORE Laterza
COLLANA Saggi tascabili
ISBN 88-420-7640-6

Voto 4/5

WARBURTON Nigel, Philosophy: the classics


In questo libro di semplice lettura l'autore presenta 24 testi filosofici per lui importanti. Il libro è un buon punto d'inizio per decidere quali testi e quali autori (tra quelli presentati) si vogliono approfondire. I testi presentati sono tutti interessanti e l'autore riesce a farci fare un'idea delle tesi principali sostenute in ogni testo. In ogni capitolo oltre ad una presentazione dei concetti chiave del libro troviamo anche le principali obiezioni a queste tesi (nello stile dell'autore), una breve biografia dell'autore del libro in questione, alcuni termini chiave ed una breve bibliografia per eventuali approfondimenti su quell'autore. Riporto per esteso l'indice:

Acknowledgements, Introduction, 1. The Republic By Plato, 2. Nicomachean Ethics By Aristotle, 3. The Consolation of Philosophy By Boethius 4. The Prince By Niccolò Macchiavelli 5.Meditations By Rene Descartes, 6. Leviathan By Thomas Hobbes, 7. Ehtics By Baruch de Spinoza 8. An Essay Concerning Human Understanding By John Locke, 9. Second Treatise of Government By John Locke, 10. An Enquiry Concerning Human Understanding By David Hume, 11. Dialogues Concerning Natural Religion By David Hume, 12. The Social Contract By Jean-Jacques Rousseau, 13. Critique of Pure Reason By Immanuel Kant, 14. Groundwork of the Metaphysic of Morals By Immanuel Kant, 15. The World as Will and Idea By Arthur Schopenhauer, 16. On Liberty By John Stuart Mill, 17. Utilitarianism By John Stuart Mill, 18. Either/Or By Soren Kierkegaard, 19. The German Ideology, Part One By Karl Marx, Friedrich Engels, 20. On the Genealogy of Morality By Friedrich Nietzsche, 21. Language, Truth and Logic By A. J. Ayer, 22. Being and Nothingness By Jean-Paul Sartre, 23. Philosophical Investigations By Ludwig Wittgenstein, 24. A Theory of Justice By John Rawls, Index (including key concepts)

Philosophy: The Classics (Paperback)
WARBURTON Nigel
2nd edition, 272 pp.,
Routledge, an imprint of Taylor & Francis Books Ltd (1 Mar 2001)
Language English
ISBN: 0-415-23998-2

Voto: 5/5

venerdì, giugno 30, 2006

VIDAL Gore, L'età dell'oro

Romanzo storico sugli ambienti politici americani ambientato principalmente negli anni a cavallo della seconda guerra mondiale risulta di sorprendente attualità. La lettura concede un punto di vista nuovo e profondo sui meccanismi nascosti della politica americana. Il libro storicamente accurato, come ci ha abituati Vidal, risulta un valido aiuto per comprendere gli Stati Uniti di oggi e di ieri. Il tutto scritto come sempre in modo impeccabile e coinvolgente

L' età dell'oro
Vidal Gore
544 p., Anno 2001, € 18,08
EDITORE Fazi
COLLANA Le strade
ISBN: 88-8112-171-9

Voto: 4/5

WARBURTON Nigel, La questione dell'arte

Libro di esemplare chiarezza, ma consigliato solo a chi è davvero interessato all'argomento. Nel testo vengono presentate le principali teorie su cosa sia arte e allo stesso tempo le principali obiezioni a quella teoria. Dunque non vengon fornite risposte definitive su cosa sia l'arte ma s'invoglia il lettore a ragionare sul problema di cosa possa essere considerato arte. Alla fine l'autore riesce nel suo intento di incoraggiare il lettore a formarsi una sua idea di cosa sia l'arte.

La questione dell'arte
Warburton Nigel
XIV-132 p., ill., brossura, Anno 2004, €16,00
EDITORE Einaudi
COLLANA Piccola biblioteca Einaudi. Nuova serie
ISBN 8806167979

Voto: 4/5

RATZINGER Joseph e FLORES D'ARCAIS Paolo, Dio esiste?

Il testo è molto interessante perche' presenta l'enormità del pensiero dell'attuale papa (Benedetto XVI) nelle sue stesse parole. Il pensiero presentato è riassumibile come segue:
1) la fede cattolica si basa sulla ragione
2) con la ragione si puo' arrivare alle stesse conclusioni della chiesa cattolica
3) se si arriva a conclusioni diverse state usando male la ragione.
Paolo Floris d'Arcais riesce a mostrare tutte le contraddizioni di questo modo di ragionare ma cose banali come le contraddizioni logiche e formali non possono spaventare chi per circa 1700 anni non ha fatto altro che cercare il modo di sottrarsi alle contraddizioni della propria visione del mondo.

Micromega. Dio esiste?
Benedetto XVI (Joseph Ratzinger); Flores D'Arcais Paolo
111 p., Anno 2005, € 8,00
EDITORE L'Espresso (Gruppo Editoriale)
ISBN: 88-8371-169-6

Voto: 4 / 5

VIDAL Gore, Creazione

Se non avete a disposizione una macchina del tempo i libri di Vidal sono sicuramente l'alternativa migliore per immergersi nel mondo antico. In questo libro inoltre si scopre il mondo antico dal punto di vista Persiano. L'espediente della vita di Spitama, profeta mancato e ambasciatore per vocazione riesce a farci incontrare alcuni tra i piu' grandi pensatori dell'antichita' (ci sono tutti: Buddha, Lao Tze, Confucio, Democrito, Zoroastro, Socrate, Anassagora e tramite gli amici anche Pitagora). Un libro imperdibile che per diverse ore (sono 700 pagine dopo tutto) vi trasportera' in un'altra epoca. Buona Lettura!

Creazione
VIDAL Gore
718 p., brossura, Anno 2005, € 18,50
EDITORE Fazi
COLLANA Le strade
ISBN 88-8112-579-X

Voto: 4/5

VIDAL Gore, Giuliano

In questo fantastico romanzo storico, Gore Vidal ci trasporta nell'impero romano conoscituo da Giuliano l'imperatore che tento di rinverdire gli antichi culti. Le fonti precise e l'immensa abilità di Vidal rendono la lettura di questo libro affascinante e coinvolgente. La consueta cura nell'edizione operata dalla Fazi rende ancora più piacevole la lettura di questo romanzo.

Giuliano
VIDAL Gore
583 p., Anno 2003, € 18,50
EDITORE Fazi
COLLANA Le strade
ISBN 88-8112-418-1

Voto: 4/5

anonimo, Contro Ratzinger

Questo e' un libro importante. E' un libro importante perche' smaschera i pretesi argomenti "filosofici" usati dall'attuale papa per attaccare le conquiste dell'illuminismo e delle democrazie, mostra infatti tutte le incongruenze logiche degli argomenti usati da Ratzinger, su quali traballanti terreni ideologici si fondino e a quali suggestioni fanno appello. Inoltre il libro fa un utile compendio di tutti gli argomenti, imbarazzanti per la chiesa, che Ratzinger preferisce fuggire. E' un libro importante perche' e' scritto bene, in modo chiaro e avvincente. E' un libro importante perche' fornisce ai laici italiani (e non solo) gli strumenti filosofici per difendersi dall'offensiva teocratica e reazionaria che proviene dal papato e trova facile sponda in troppi politici nostrani piu' interessati a cercare benedizioni che a difendere i laici principi democratici su cui si basa la nostra Repubblica.

Contro Ratzinger
158 p., brossura, Anno 2006, € 10,00
EDITORE Isbn Edizioni
ISBN 88-7638-038-8

Voto: 5 / 5

giovedì, giugno 29, 2006

FEYNMAN Richard, Il senso delle cose

In questo piccolo gioiello una delle menti piu' brillanti del XX secolo, il premio nobel per la fisica Richard FEYNMAN, parla di scienza ad un pubblico di non addetti ai lavori. Questa conferenza tenuta negli Stati Uniti del 1963 resta di un'attualità impressionante. Il libro è una lettura istruttiva e gradevole che può avvicinare chi è a digiuno di scienza al modo di pensare di uno scienziato che non ha mai smesso d'interessarsi al mondo. Il libro si articola in tre capitoli. "L'incertezza della scienza" ovvero su come faccia la scienza a considerare piu' o meno valida una teoria. "L'incertezza dei valori" su come si possano sostenere dei valori anche se non sono assoluti. E infine "Un'epoca scientifica la nostra?" che analizza quanta superstizione ancora governa il nostro mondo.

Il senso delle cose
Feynman Richard
4 ed., 126 p., Anno 1999, € 13,00
EDITORE Adelphi
COLLANA Biblioteca scientifica

Voto: 5/5

WARBURTON Nigel, Il primo libro di filosofia

Libro consigliatissimo a tutti. Introduce in modo semplice ma non semplicistico le principali questioni filosofiche (dio, giusto o sbagliato, arte, politica, scienza, realta', mente) presentando le principali idee su ogni argomento e le principali obiezioni alle stesse. Lo scopo del libro e' quello di far riflettere il lettore e dargli lo spunto per ragionare su ogni argomento per poter cosi' elaborare una sua idea. Il libro e' completato da una magnifica bibliografia.

Il primo libro di filosofia
Warburton Nigel
200 p., Anno 1999, € 14,50
EDITORE Einaudi
COLLANA Piccola biblioteca Einaudi. Nuova serie
ISBN 88-06-15085-5

Voto: 5/5

FRAU Sergio, Le Colonne d'Ercole

Libro eccezionale e sorprendente, nello svolgersi delle pagine trasmette perfettamente l'idea di quello che si e' perso e di quanto a guardare bene e con attenzione si possa ritrovare. Mai noioso nonostante l'attenzione alle fonti classiche, alla geologia, alla nautica e all'archeologia. Il libro dipinge un quadro esaustivo di come poteva apparire il mare che noi conosciamo come mediterraneo ai suoi antichi abitanti e naviganti. Come un manuale di navigazione ad ogni pagina si aprono nuove rotte da seguire, nuovi porti in cui fermarsi. Ma sopratutto e' un libro che riporta alla loro antica dimora le piu' antiche divinità occidentali che vocianti e gioiose tornano nelle loro torri del tramonto. Da non perdere!

Le Colonne d'Ercole. Un'inchiesta. La prima geografia. Tutt'altra storia
FRAU Sergio
800 p., ill., Anno 2002, € 30,00
Editore Nur Neon
ISBN 88-900740-0-0

Voto: 5/5

ONFRAY Michel, Trattato di ateologia

Questo libro è scritto in modo brillante ed intelligente. Dichiara, con giusto orgoglio, tutti i vantaggi di una visione del mondo spogliata di ogni illusione del sovrannaturale. Denuncia tutta l'antifilosofia di cui si nutre tanta teologia ed è una guida preziosa all'approfondimento di tante tematiche grazie alla ricca e commentata bibliografia. Il libro non e' completamente originale, ma è coraggioso ed un buon riassunto delle buone ragioni di rinunciare a qualsiasi forma di superstizione.

Se volete leggere una mia recensione più completa la trovate qui: http://www.uaar.it/ateismo/opere/97a.html

Trattato di ateologia
ONFRAY Michel
224 p., Anno 2005, € 14,00
Editore Fazi
Collana Le terre
ISBN 88-8112-678-8

VOTO: 5/5

RUSSO Lucio, La rivoluzione dimenticata

Libro di grande interesse, che permette di rileggere la storia della scienza e del pensiero scientifico in modo nuovo. L'autore riesce a fornire una innovativa chiave di lettura che permette di contestualizzare i tanti 'anticipatori' di scoperte e teorie scientifiche dell'era moderna. L'attenta e documentata lettura delle fonti del periodo ellenista e dei periodi successivi, uniti alla solida formazione scientifica dell'autore riescono a dare una visione dello sviluppo della scienza scevra di pregiudizi nella lettura dei pochi indizi rimasti. Il libro ci permette inoltre di scoprire alcuni dei 'giganti' del periodo ellenico sulle cui spalle ancora oggi saliamo per guardare piu' lontano e che sono spesso ignorati. (19 marzo 2006)

La rivoluzione dimenticata. Il pensiero scientifico greco e la scienza moderna
RUSSO Lucio
3 ed., 532 p., Anno 2003, € 15,00
EDITORE Feltrinelli
COLLANA Universale economica. Saggi
ISBN 88-07-81644-X

voto: 5/5

mia foto



mi serviva caricare un'immagine per il blog....